Acqua ferro e fuoco

Il festival dei territori delle Valli dell'Astico, del Posina e di Laghi

La riscoperta della tradizione locale

Il progetto Acqua, Ferro e Fuoco, curato dall'Unione Montana Alto Astico e finanziato dal Gal Montagna Vicentina, ha l’obiettivo di riscoprire e valorizzare la cultura e il paesaggio del territorio dei comuni di Arsiero, Laghi, Lastebasse, Posina, Santorso, Tonezza del Cimone, Velo d’Astico, raccontando alcuni importanti aspetti della storia, dello sviluppo, delle tradizioni e dei percorsi.

La narrazione prende spunto e si snoda attraverso gli elementi che più hanno caratterizzato queste valli:

  • l’acqua, fonte di vita e risorsa economica imprescindibile, dato che ha permesso nel tempo di azionare mulini, segherie, cartiere e magli, oggi anche centraline idroelettriche;
  • il ferro, forgiato nell’antichità e ancora oggi lavorato negli importanti insediamenti dell’industria metallurgica presenti in Valle;
  • il fuoco, alimentato dai carboni dei boschi, che ha consentito di fondere, forgiare e muovere le locomotive che portavano fino ad Arsiero merci e turisti, ma anche che trasportavano profughi, rifornimenti e soldati, quando il fuoco rumoroso della Grande Guerra spandeva il suo triste eco in questo territorio di confine.

 

logo-aff.png

Il Festival
delle Valli dell’ Astico, del Posina e di Laghi

Nella primavera/estate 2022 prenderà avvio il Festival delle Valli dell’Astico, del Posina e di Laghi con l’obiettivo di raccontare al pubblico i valori, i prodotti e le esperienze del territorio dei comuni Arsiero, Laghi, Lastebasse, Posina, Santorso, Tonezza del Cimone, Velo d’Astico: luoghi ricchi di storia, di natura, di mestieri e di antiche tradizioni.

Le chioderie recuperate di Posina, la ghiacciaia di Peralto, la segheria di Laghi o il vecchio casèlo sono solo alcune delle testimonianze di un racconto fatto di uomini, lavoro e risorse, che per molto tempo ha rappresentato la realtà quotidiana degli abitanti di questi luoghi.

Il grande scrittore vicentino Antonio Fogazzaro ha collocato proprio qui, ed in particolare a Tonezza del Cimone, le vicende del suo Piccolo Mondo moderno; e a Fogazzaro è stato intitolato un sentiero tematico specifico, che permette di ripercorrere i suoi passi e toccare i luoghi descritti nella sua opera e in grado di far rivivere l’esperienza letteraria ammirando il paesaggio con occhi diversi.

La storia di queste montagne è infine profondamente legata alle vicende della Grande Guerra: moltissimi sono i luoghi d’importanza storica dove ripercorrere e comprendere gli avvenimenti che hanno contribuito a scrivere la storia dell’Italia: il Castello di Meda e l’Ossario del Monte Cimone sono le testimonianze più evidenti di questi eventi, ma sono numerose le tracce minori, i luoghi sacri o i manufatti che raccontano di un territorio in prima linea.

Cultura, storia e tradizione si incontrano dunque in questa valle silenziosa, messi in relazione dalla protagonista indiscussa e preziosa: l’acqua, ovvero l’elemento naturale, abbondante ed essenziale, che ha permesso, nel corso dei secoli, lo sviluppo dell’economia e della società.

Il festival si concretizza in una rassegna di sette eventi gratuiti a numero chiuso che permetteranno di scoprire il territorio nei suoi vari aspetti e sfumature, da quello naturalistico a quello storico-culturale.

Da fine di maggio a metà settembre 2022 saranno coinvolti tutti i principali comuni del territorio (Laghi, Arsiero, Tonezza del Cimone, Posina, Velo d’Astico, Lastebasse e Santorso), animati per l’occasione da attività ed esperienze nuove e sempre differenti.

Attori fondamentali di questi eventi e componenti preziosi e fondamentali dell’esperienza, saranno infine i produttori locali: miele, salumi, birre, pesce e altri produzioni locali e di qualità che contribuiranno a comporre il paniere delle valli, ovvero un’accurata selezione enogastronomica, sempre diversa, che verrà consegnata ad ogni partecipante.

Image

Gli organizzatori

Questa rassegna di eventi fa parte di un progetto strategico più ampio, il Progetto Chiave PC3 ACQUA, FERRO E FUOCO del GAL Montagna Vicentina, costituito da un insieme di interventi infrastrutturali dedicati alla mobilità dolce e al turismo sostenibile distribuiti nelle Valli dell'Astico e del Posina.
Il progetto è coordinato e promosso da diversi soggetti, tra cui:

  • Unione Montana Alto Astico: è costituita dai Comuni di Arsiero, Cogollo del Cengio, Laghi, Lastebasse, Pedemonte, Tonezza del Cimone, Valdastico e Velo d’Astico. Ha come obiettivi l’esercizio associato di funzioni e servizi per i Comuni membri, la collaborazione per migliorare le condizioni di vita dei cittadini e per fornire loro livelli adeguati di servizi, la tutela e la valorizzazione delle specifiche risorse territoriali, la promozione della tutela dell’ambiente e della partecipazione delle popolazioni al generale processo di sviluppo socio-economico della montagna.

  • GAL Montagna Vicentina: Società Cooperativa senza fini di lucro che rappresenta trentanove comuni dell’area montana e pedemontana della Provincia di Vicenza, il cui partenariato si compone di una rappresentanza pubblica e di una rappresentanza privata appartenente ai tre settori economici. Il GAL sostiene la costituzione ed il rafforzamento delle reti locali che concorrono allo sviluppo nei settori del turismo rurale, delle micro-imprese, dell’artigianato e dei servizi, alla valorizzazione dei prodotti dell’agricoltura e delle foreste, alla tutela dell’ambiente, al miglioramento della qualità della vita, all’inclusione sociale e allo sviluppo di servizi nelle aree marginali.

  • AVVI: studio multidisciplinare operante nell'alto vicentino, che propone in aree rurali minori vie per lo sviluppo e valorizzazione del territorio. Si occupa di marketing territoriale attraverso proposte di progetti complessi e integrati, in sinergia con enti pubblici e privati.

  • Biosphaera s.c.s.: cooperativa sociale attiva dal 2006 in territorio veneto, trentino e friulano, nel settore turistico, dell’educazione scientifica e dei servizi per il territorio, che si occupa di sviluppare servizi per la valorizzazione, la conoscenza e la fruizione del territorio, dell'ambiente naturale, dei musei e dei siti culturali.

  • Ecotopia s.c.s: cooperativa sociale attiva dal 1993 nel campo dell'educazione ambientale e dell'animazione, in collaborazione con Enti Pubblici (scuole, comuni, ASL, Comunità montane) e con soggetti privati, su tutto il territorio del Veneto.

Gli eventi 2022

PayPal

Fai la tua donazione liberale a Biosphaera s.c.s. (ONLUS di diritto)

Cookie Policy

© 2022 Biosphaera s.c.s.