Natura vs tecnologia: Coldiretti cerca il parere dei giovani

Natura vs tecnologia: Coldiretti cerca il parere dei giovani

Tecnologia: è davvero un sinonimo di progresso? In un mondo iper-tecnologico e iper-moderno, che ruolo ha la natura? Quanto, ancora, può rimetterci?

È il quesito che Donne Impresa Coldiretti Veneto, assieme al comitato civico “MammeZeroConsumoSuolo”, pone alle famiglie e in particolare ai bambini, spesso troppo assuefatti dalla tecnologia per accorgersi che il paesaggio naturale attorno a loro rischia di essere deturpato in maniera irreversibile.

Come sensibilizzare i bambini su tematiche delicate e complesse come, ad esempio, quella del fotovoltaico su suoli agricoli? Se, improvvisamente, al posto di grano e ortaggi si ritrovassero ad avere a che fare con delle coltivazioni di pannelli solari, come reagirebbero?

Un concorso per parlarne, anzi... per "disegnarne"

Donne Impresa lancia il concorso “L’energia s©olare per dire NO al fotovoltaico a terra” per promuovere il dibattito nelle scuole elementari del Veneto e predisporre gli adulti all’ascolto dei più piccoli, che spesso sono gli unici a saper guardare con innocenza e spontaneità il mondo che li circonda: una gara di disegno con premi previsti per tutti i partecipanti, i cui elaborati saranno esposti pubblicamente.

La modalità di partecipazione è libera: è possibile proporre disegni singoli o di gruppo, carte di varie misure e colori a scelta. La scadenza per la consegna è prevista per il 9 MAGGIO 2021: le illustrazioni vanno inviate per mail a mammezeroconsumosuolo@gmail.com o consegnate alla segreteria provinciale di Donne Impresa.
I primi tre classificati per ogni provincia saranno premiati da un’apposita giuria con buoni spesa e assegni per gli istituti scolastici di appartenenza.

Le tracce a cui fare riferimento per sviluppare gli elaborati sono quattro: 

  • "se il sole sposa la terra, nei campi cresce grano e non il pannello";
  • "sull'energia pulita non si inciampa";
  • "più sole e meno ombre";
  • "il sole bacia la terra e non la occupa".

Il disegno è spesso la modalità prediletta dai più piccoli per esprimere il proprio sentire: quale canale migliore, dunque, per mettersi in ascolto e per dare spazio alla loro creatività?
La proposta di Coldiretti è un modo per riportare i bambini alla loro dimensione emotiva ed espressiva, invitandoli prima ad osservare il paesaggio che li circonda e poi a proporre “manualmente” il proprio sentire, senza che la tecnologia faccia da tramite.

Un ritorno alla natura che non vuole essere un’accusa alle innovazioni tecnologiche, ma una presa di coscienza sullo spazio che queste stanno occupando nella vita quotidiana, per evitare di lasciarci assorbire dalle novità dimenticando le nostre origini, le tradizioni e, soprattutto, l’importanza del mondo naturale che necessita delle nostre cure e attenzioni.

Per ulteriori informazioni in merito al concorso e alle iniziative di Coldiretti, si consiglia il sito www.coldirettiverona.it.

Related Articles

  • Tecnologia alla...mano

  • Microbiologia… a portata di TOUCH

  • Scienza ai cittadini: mode on

Buso della Rana
Exploring Veneto
Grande Guerra
Grotta Tanella
FESAV - Festival della Scienza
Gocce di Rugiada,