La leggenda della chiesa di San Bartolomeo

Vicenza, tra il 1480 e il 1520, fu lo scenario e la città protagonista di questa storia.

Laboratorio in classe,Escursione

  • Secondaria I grado (medie)
  • Secondaria II grado (superiori)

 

Questo è il racconto di una leggenda tutta vicentina.

Nel corso del Rinascimento, durante l’epoca in cui Firenze, Roma e Venezia assunsero il ruolo di capitali dell’arte italiana e mondiale, una piccola scuola pittorica vicentina scriveva la propria storia, in cui si mescolarono i fatti storico-politici di quegli anni con alcuni misteri tuttora irrisolti...

Programma

In un contesto che precede l’attività del grande architetto Andrea Palladio, questa scuola ebbe molto rilievo a livello locale ma per una serie di ragioni rimase al margine dalle principali narrazioni dell’arte veneta e  nazionale.

Stiamo parlando della scuola capeggiata da Bartolomeo Montagna, il pittore più influente a Vicenza nel periodo a cavallo del XV secolo, e dei suoi allievi Giovanni Buonconsiglio, Giovanni Speranza, Francesco Verla e Marcello Fogolino.

A livello artistico le influenze furono lombardo-emiliane ma soprattutto veneziane. A livello storico invece le scelte delle grandi potenze dell’epoca come la Repubblica Serenissima e l’Austria furono determinanti per il percorso artistico degli attori in campo.



Programma
  • Breve excursus sul Rinascimento in generale: Giotto, Masolino, Donatello, Leonardo da Vinci, Michelangelo e Raffaello
  • Vicenza nel Rinascimento: la città in rapporto alle principali potenze (Austria, Serenissima)
  • Breve excursus sulle principali differenze tra l’arte pittorica fiorentina/romana e quella veneziana (segno e forma contro cromatismo)
  • La scuola pittorica di Bartolomeo Montagna, con il Maestro, Giovanni Buonconsiglio, Giovanni Speranza, Francesco Verla e Marcello Fogolino (e in parte Cima da Conegliano)
  • Spiegazione sulla disposizione delle tele a San Bortolo degli artisti e la successiva dispersione di esse con la distruzione della chiesa fino ad allora nucleo centrale dell’arte vicentina prepalladiana

 

Perchè scegliere questa proposta?
Per scoprire la scuola che segnò la pittura in terra vicentina nel corso del Rinascimento
  • un grande maestro, B. Montagna e i suoi allievi
  • la triste storia della chiesa di San Bartolomeo, il grande contenitore d'arte vicentina

La lezione di 2 ore viene svolta in classe.

La visita segue i luoghi di Vicenza più importanti trattati durante la lezione.

 

Accessibilità completa

Gli incontri svolti nelle strutture scolastiche sono accessibili nei limiti della struttura ospitante.

*Assicurati di scrivere in modo corretto la mail!!
*Il cellulare ci permette di comunicare con te tramite sms, in caso di necessità
La leggenda della chiesa di San Bartolomeo
Ti informiamo che Biosphaera s.c.s. effettua il trattamento dei dati e delle informazioni in conformità con quanto previsto dalla legge 196/2003 in materia di trattamento dei dati. Ti informiamo inoltre che ti arriverà un messaggio di conferma perché il tuo indirizzo di posta elettronica ci è stato fornito da te direttamente o da un tuo amico/conoscente oppure perché è stato acquisito da fonti pubblicamente consultabili. Inviando la richiesta esprimi il consenso secondo quanto previsto dall'art. 23 del D.lgs. 196/2003 al trattamento dei dati da parte di Biosphaera s.c.s.

 Durata Incontro unico di 2 ore a scuola. Visita dei punti tematici di Vicenza

 Periodo Tutto l'anno

 Tema Tradizioni e cultura


Biosphaera