EcoTour in Tanzania con i ricercatori del Muse (Museo delle Scienze di Trento)

Italy Tanzania
Durata: 16 Giorni
Numero partecipanti: 5 - 15 persone
Da: Italy
Durata tour: 15
A: Tanzania
Categorie: World Ecotour
Lingue: Italiano
Dalle foreste dei Monti Udzungwa alla città di pietra di Zanzibar.

Dalla foresta alla savana, fino alla barriera corallina


E poi l’incontro con i ricercatori del MUSE, gli assistenti di campo del Centro di Monitoraggio dei Monti Udzungwa, le guide locali e le associazioni impegnate nei progetti di sviluppo locale.

Il nostro viaggio ci porterà lontano, tra approfondimenti naturalistici, sociali e culturali del più vasto paese dell'Africa Orientale. Sarà anche l'occasione per vivere un'esperienza autentica ed immersiva, che pochi altri luoghi possono offrire.

Prossime partenze in programma
13 luglio 2019- 29 luglio 2019 - direzione tecnica ViaggieMiraggi

02 agosto 2019 - 17 agosto 2019 - direzione tecnica ViaggieMiraggi


Accompagnati dalle Guide Naturalistiche di Biosphaera s.c.s. esploreremo un ecosistema intatto di foresta tropicale: i lussureggianti Monti Udzungwa, vero e proprio scrigno di biodiversità.

Da una delle più antiche foreste d'Africa si andrà alla scoperta delle vaste pianure alluvionali della Tanzania in un autentico safari fotografico nella savana, tra acacie e baobab, all'interno dei Parchi Nazionali del centro-sud della Tanzania: orizzonti sconfinati ed incontri ravvicinati con elefanti, giraffe, zebre, ippopotami e leoni.

Il viaggio terminerà a Zanzibar, isola tropicale caratterizzata da una miscela di culture: ci perderemo tra le vie labirintiche di Stone Town, la città di pietra, Patrimonio Mondiale dell'Umanità, per conoscerne la storia fatta di commercio di schiavi e avorio e di coltivazione di chiodi di garofano. Il nostro itinerario proseguirà verso il sud dell'isola per esplorare i villaggi di pescatori dove la vita scorre lenta e schietta.

Il Centro di Monitoraggio Ecologico dei Monti Udzungwa (UEMC) ci ospiterà nella parte centrale del nostro viaggio: fondato nel 2006 grazie ad una collaborazione tra Museo delle Scienze di Trento (MUSE) e Tanzania National Park (TANAPA), l'UEMC ospita i ricercatori da tutto il mondo e svolge attività di monitoraggio nei Monti Udzungwa.

Si visiteranno i progetti dell'Associazione Mazingira che opera con le comunità ai margini della foresta degli Udzungwa e che si occupa di sensibilizzare ed educare all'ambiente la popolazione, anche attraverso interventi mirati nelle scuole, promuovendo l'uso di energie alternative, gestendo vivai e sviluppando progetti di Ecoturismo.


Programma

1° giorno

Partenza dall’aeroporto di Milano Malpensa.

2° giorno

Arrivo   a   Dar   Es   Salaam. Trasferimento in ostello e sistemazione nelle camere. Dopo pranzo partenza per la visita ad alcuni luoghi d’interesse di Dar Es Salaam, il secondo porto più grande dell’Africa orientale e centro economico del paese. La città è caratterizzata da un’affascinante atmosfera swahili e presenta una vasta scelta di siti culturali oltre che mercati d’artigianato. Cena e pernottamento in ostello.

3° giorno

Partenza in minibus verso il Parco Nazionale dei Monti Udzungwa. Durante il viaggio si attraversa il Mikumi National Park con possibilità di avvistare giraffe, impala, zebre ed elefanti che si avvicinano alla strada senza particolare timore. Il Parco dei Monti Udzungwa tutela uno degli ecosistemi forestali più intatti al mondo, che rientra nella catena dell’Eastern Arc, definita “Galapagos d’Africa” per l'elevato numero di specie animali e vegetali presenti. Pernottamento presso il Centro di Monitoraggio Ecologico dei Monti Udzungwa (UEMC). Il centro è gestito dall’ente parchi della Tanzania in collaborazione con il Museo delle Scienze di Trento.

4° giorno
Giornata dedicata alla visita di alcuni progetti che l’associazione Mazingira svolge con le comunità che abitano le pendici dei Monti Udzungwa. L’associazione Mazingira si occupa di sensibilizzazione sui temi della sostenibilità ambientale e conservazione di ecosistemi vulnerabili minacciati dallo sviluppo antropico. Spostandoci con le biciclette andremo a visitare, compatibilmente con i calendari scolastici, una delle scuole dove si svolgono i progetti di educazione ambientale dell’associazione o, in alternativa, parteciperemo ad alcune attività educative sul riciclo organizzate dallo staff di Mazingira. Nel pomeriggio raggiungeremo le piantagioni di alberi della gomma. Cena e pernottamento nell’ostello dell’UEMC.

5° giorno

Giornata di visita del Parco Nazionale dei Monti Udzungwa. Escursione nella foresta fino alle Cascate di Sanje, un complesso di cascate spettacolari, costituite da un susseguirsi di salti di diverse decine di metri tra imponenti pareti rocciose, accompagnati da una vista mozzafiato sulla fertile valle di Kilombero. Sistemazione in tenda al campo base di Sanje con cena e colazione attorno al fuoco. Dopo cena breve escursione per avvistare animali notturni, raramente visibili in altre occasioni, e ascolto delle infinite varietà di suoni della foresta. Durante l’escursione saremo accompagnati dal personale qualificato del Centro di Monitoraggio. Pernottamento in tenda.

6° giorno

Smontaggio del campo e trekking facile di rientro verso il centro UEMC, dove arriveremo per ora di pranzo. Nel pomeriggio i gruppi di lavoro delle donne che collaborano con l’associazione Mazingira ci mostreranno come realizzare i loro prodotti di artigianato. Cena e pernottamento nell’ostello UEMC.

7° giorno

La mattina escursione in foresta per avvistare il gruppo di Cercocebi di Sanje, primati endemici della foresta degli Udzungwa e ad alto rischio di estinzione. Questo gruppo è stato “abituato” alla presenza dell’uomo dai ricercatori dell’UEMC e dallo staff del Parco. Per questo motivo vivremo un’esperienza del tutto straordinaria, osservando questi primati da molto vicino nel loro ambiente naturale. Oltre al Cercocebo, il Parco ospita 11 specie di primati, di cui 5 endemiche. Rientrando verso il centro visita al progetto delle barriere anti-elefanti. Al pomeriggio, a discrezione dei partecipanti, possibilità di riposare all’UEMC oppure di visitare il progetto gestito dall’associazione Mazingira di realizzazione dei Brickets- combustibile “alternativo” alla legna. Cena e festa di saluto con falò e danzatori tradizionali.

8° giorno 

Partenza con il minibus per il Ruaha National Park, il più grande Parco Nazionale del paese. Questo Parco è caratterizzato da un ecosistema incontaminato ed è popolato da una delle più numerose popolazioni di elefanti presenti in Africa, oltre che da grandi gruppi di ghepardi, leopardi, antilopi, giraffe, leoni, ippopotami, e più di 400 specie di uccelli. Sosta a Iringa, incantevole cittadina e centro agricolo, situata a 1600 m di altitudine. Arrivo nel tardo pomeriggio all’ecolodge situato vicino all’ingresso del Parco. Cena e pernottamento.

9° giorno

Sveglia all’alba e partenza per il safari in auto all’interno del Parco Nazionale di Ruaha: gli animali del Parco sono più attivi nei momenti più freschi della giornata (alba e tramonto), quindi sarà importante alzarsi presto per cogliere il più possibile della natura che ci circonderà. Percorreremo in auto l’aspra savana punteggiata da acacie ombrellifere e baobab e costeggeremo le magnifiche rive del fiume Great Ruaha dove si concentrano gli animali durante la stagione secca alla ricerca della poca acqua rimasta. Pranzo al sacco all’interno del Parco. Ritorno all’ecolodge al tramonto. Cena e pernottamento.

10° giorno

Dopo la colazione trasferimento dal Ruaha National Park a Dar es Salaam con arrivo nel tardo pomeriggio. Si riattraversa il Mikumi National Park con possibilità di avvistare giraffe, impala, zebre ed elefanti che si avvicinano alla strada senza particolare timore. Sistemazione e cena in ostello.

11° giorno

Partenza  con  il  traghetto  dal  porto  di  Dar  es  Salaam  per  l’isola  di  Zanzibar  (2  ore  di  traghetto  circa).  Attracco a  Stone  Town,  cuore  dell’isola,  e  sistemazione  in  ostello.  Visita di  Stone  Town,  passeggiando  tra  le  stradine  affollate  che  si  sviluppano  come  un  labirinto  di  pietra.  L’architettura di Stone  Town  è  un  miscuglio  di  influenze  arabe,  indiane,  europee  e  africane.  L’elemento più caratteristico sono  le  porte  in  legno  sfarzosamente  intarsiate,  più  antiche  delle  case  in  cui  sono  collocate.  Si visiteranno antichi  palazzi  e  il  mercato  Darajani,  il  più  grande  e  colorato  della  città,  dagli  intensi  odori  speziati.  Cena al tramonto nei pressi dei Forodhani  Gardens,  giardini  pubblici  sul  mare  e  luogo  di  ritrovo  serale. Sarà possibile assaggiare alcune specialità gastronomiche dell’isola, come il polpo alla griglia, pane naan e samosa.

12° giorno

Al  mattino  tour  delle  spezie,  per  le  quali  l’isola  è  rinomata  in  tutto  il  mondo.  Dopo  pranzo  viaggio  verso  il  Sud-est  dell’isola,  caratterizzato  da  lunghe  spiagge  bianche  e  filari  di  palme  da  cocco.  Arrivo  a  Jambiani,  tranquillo  villaggio  di  pescatori,  dove  la  popolazione  vive  di  pesca,  agricoltura  e  coltivazione  di  alghe.  Sistemazione  in strutture locali.  Cena  e  pernottamento.

13° giorno

Giornata dedicata  al  relax  in  spiaggia  di  fronte  alle  sfumature  turchesi  dell’oceano  Indiano,  dove  si  potrà  passeggiare  sulla  barriera  corallina  nelle  ore  di  bassa  marea  quando  il  mare  si  ritira  per  diverse  centinaia  di  metri.  Possibilità,  per  chi  lo  desidera,  e  se  le  condizioni  ambientali  lo  permettono,  di  escursioni  in  barca  a  vela  con  il  tradizionale  Dhow,  snorkeling  o  visite  ad  altre  isole, lingue di sabbia o atolli (proposte da Why onlus, organizzazione che si occupa di sviluppo locale, non comprese nel prezzo e da decidersi in loco). Lezione di cucina Swahili con cena inclusa in una tipica abitazione zanzibarina. Pernottamento.

14° giorno

Giornata di relax in spiaggia con la possibilità, per chi  lo  desidera,  e  se  le  condizioni  ambientali  lo  permettono,  di effettuare delle escursioni (non  comprese  nel  prezzo  e  da  decidersi  in  loco). Cena e pernottamento.

15° giorno

Mattinata libera per gli ultimi acquisti o un tuffo nell’ Oceano Indiano. Nel pomeriggio trasferimento a Stone Town. Cena e pernottamento.

In base agli operativi dei voli potrebbe essere necessario tornare in traghetto a Dar Es Salaam per il volo di rientro.

16° giorno

In base agli operativi del volo trasferimento all’ aeroporto per il volo di ritorno. Arrivo in Italia e fine del viaggio.

Da / per persona

€1.850,00

Prenotare

Hai bisogno di aiuto per prenotare? Contattaci!

0445 171 6489 guide@biosphaera.it
Informazioni importanti

Assicurazioni medico-bagaglio

Sistemazione in camera doppia/tripla negli Hotel e Lodge indicati, in camerate con letti a castello nell'ostello del Muse. Si avvisa che per necessità organizzative le camere potranno essere promiscue

Trattamento di pensione completa, con acqua inclusa durante i pasti

Ingressi ai Parchi e alle Riserve, come indicato in programma

Tutti i trasporti ed il carburante, autista locale parlante inglese (minibus che ci accompagnerà per quasi tutto il viaggio, traghetti, taxi, Jeep 4x4 per il safari)

Guide locali e Guide Naturalistiche italiane,

Contributo per sostenere i progetti dell’associazione Mazingira, che visiteremo

Si ricorda che nel costo finale del viaggio sono incluse le spese della guida che accompagna per tutto l’ EcoTour

Voli di linea di andata (da Milano Malpensa a Dar Es Salaam) e ritorno (da Zanzibar o Dar es Salaam a Milano Malpensa) e tasse aeroportuali

Assicurazione annullamento (facoltativa)

Visto di ingresso in Tanzania (euro 50)

Quota per il pernottamento in foresta in tenda (indicativamente 150-200 euro da pagare in loco, in base alla numerosità del gruppo)

Camere singole (non sempre disponibili) o esigenze particolari per il pernottamento

Mance

Bibite fuori pasto e fabbisogno giornaliero di acqua

Pasti non previsti in programma, menù à la carte, extra di carattere personale e tutto quanto non espressamente indicato

Escursioni e visite facoltative, non previste in programma. Le escursioni da decidersi in loco organizzate da Why Onlus (parte della quota delle escursioni andrà a finanziare i loro progetti)

Il programma potrà essere soggetto a variazioni sia prima che in corso di viaggio per condizioni climatiche, cause organizzative o di forza maggiore.

Il costo totale del viaggio da noi indicato non tiene conto di esigenze particolari per camere singole ed esigenze alimentari.

I vostri commenti sulle nostre esperienze in natura