TRA ANTICHI MARI TROPICALI
E DISTESE DI GHIACCIO

Un geosito di importanza internazionale

Priaboniano, un nome di risonanza mondiale

La scoperta di due geologi francesi alla fine del XIX secolo che cambiò radicalmente la storia di Monte di Malo

Calde lagune e vita fiorente

Un paleoambiente ricco di biodiversità

 I reperti del Museo, esposti al piano superiore su due sale, raccontano di un ambiente molto diverso da come vediamo oggi Priabona.

Megafauna acquatica fatta di Molluschi e Bivalvi, ma anche pesci, coralli, briozoi e altri animali popolavano questo ricco ambiente lagunare, lasciando traccia del loro passaggio attraverso gusci, frammenti di scheletro, carapaci ed impronte.

In due ampie sale espositive sono raccolti tutti i reperti riguardanti la zona di Priabona ma anche al resto del mondo, per capire cosa succedesse nello stesso periodo di tempo.

Ciò che fa del Priaboniano una formazione speciale e un piccolo fossile, una particolare specie planctonica algale, che proprio nel periodo a 34Ma si estinse e sparì dal record fossile globalmente.
Questo segno univoco nel record fossile è stato proprio ciò che i due geologi-avventurieri studiarono a Priabona, luogo da cui prende quindi il nome questo periodo della storia del pianeta.

cenni storici 

L'impronta di un grande maestro

E' dalla dedizione e dalla volontà ferrea del Maestro Gasparella che il Museo ha iniziato a comporsi, dapprima in angusti spazi comunali a fianco alla chiesa Parrocchiale e in tempi recenti nelle ex- scuole primarie del paese.

Maestro di scuola primaria e grande appassionato di storia, paleontologia e natura, il maestro Gasparella iniziò ad accumulare, disporre e catalogare i reperti ritrovati nel territorio, collaborando con studiosi dall'estero e contribuendo in maniera notevole alla ricerca scientifica su questi temi.
Non da ultimo Renato aveva a cuore la didattica e la divulgazione, aprendo le porte del suo museo a migliaia di bambini che negli anni si sono succeduti ad ammirarne le sale e ascoltare le parole del suo creatore e curatore.

Dopo la sua morte, nel 2019, il Museo è stato doverosamente a lui dedicato.

il territorio

I collegamenti del Museo

Il Museo del Priaboniano, per l'origine dei suoi reperti e per la natura territoriale, offre spunti interessanti di connessione turistica con gli altri elementi territoriali della zona, come l'altopiano di faedo, la grotta della Poscola, il Buso della Rana ecc..

LA PROPOSTA DIDATTICA DEL MUSEO

Un catalogo completo per tutte le classi
Buso della Rana
Exploring Veneto
Grande Guerra
Grotta Tanella
FESAV - Festival della Scienza
Gocce di Rugiada,